poliambulatorio privato Physiospoliambulatorio privato
immagine ecografia 3D in cui si vede il bambino che succhia il ditinoimmagine ecografia 3D in cui si vede bene il volto del bambinoimmagine ecografia tradizionaleimmagine ecografia 3D in cui si vede il bimbo

Ecografia 3D ostetrica

Dott.sa COLOMBO ALOISIA MARIA - Special. Ginecologia e Ostetricia

MONITORAGGIO DELLA GRAVIDANZA
ECOGRAFIA 3D IN GRAVIDANZA
TRASLUCENZA NUCALE - BI-TEST o ULTRASCREENING

L'ecografia 3D è una ecografia che permette di ottenere un'immagine tridimensionale del feto, accurata e molto simile all'originale. La procedura di esecuzione è quella di una normale ecografia.
Può essere eseguita in qualsiasi epoca di gravidanza, ma un maggior impatto ostetrico si otterrà con un feto di medie dimensioni (es. dalla 25° settimana in poi).
L'ecografia tridimensionale, mentre per uno studio morfologico del feto non presenta particolari vantaggi rispetto ad una ecografia 2D (cioè tradizionale), può invece, essere indispensabile per osservare gli aspetti del viso e quindi intuire sindromi caratterizzate da una "facies" e/o per evidenziare anomalie degli arti e di tutte le strutture superficiali.
L'ecografia 4D, poi, consente di visualizzare l'immagine tridimensionale in movimento e in tempo reale. Si vedrà quindi in diretta il feto che muove le mani o che si succhia il dito.
Il rapporto fra madre e nascituro ne risulta positivamente influenzato dall' ecografia 3D in quanto questa visione del feto sembra incrementare il legame affettivo.

BI-TEST o ULTRASCREENING

Il Bi-test, chiamato anche ultrascreening o test combinato, è un esame ultrasonografico e un prelievo di sangue da effettuarsi fra l'11ma e la 14ma settimana di gravidanza.
Durante il controllo ecografico vengono valutati la vitalità dell'embrione, l'assenza di gravi malformazioni fetali, l'epoca gestazionale e la misurazione della traslucenza nucale (TN). Quest'ultima è la misurazione ecografica dello spessore di una minuscola falda di liquido posta a livello della nuca fra la cute e la colonna cervicale del feto, una specie di intercapedine fisiologica che è presente appunto fra l'11ma e la 14ma settimana di gestazione, ecco perché per garantire la massima attendibilità dell'esame, la misurazione deve avvenire esclusivamente in questo periodo.
La traslucenza nucale, però, proprio perché variabile in un certo intervallo di tempo, non deve essere considerata come un valore assoluto, ma associata ad un esame del sangue in cui si misurano 2 sostanze presenti in gravidanza: FREE-BETA HCG e PAPP-A (Proteina a Plasmatica associata alla gravidanza).
La BHCG e la PAPP-A subiscono delle variazioni in presenza di anomalie cromosomiche, in particolare con la trisomia 21 (sindrome di Down) che è la più frequente anomalia cromosomica presente alla nascita, e la trisomia 18 che è un disordine genetico che causa un ritardo mentale, una malattia rara che riguarda un bambino su ogni 5000 nati.
L'esame ecografico, oltre alle valutazioni già menzionate prima, comporta una valutazione anatomica precoce del feto e i valori previsti sono: integrità del cranio, conformazione della parete addominale, presenza dello stomaco e della vescica, degli arti inferiori e superiori e delle estremità.
La presenza di segni ecografici sospetti (soft marker) delle malattie cromosomiche aumenta la probabilità che il bambino sia affetto da malattia. Il più recente di questi è l'individuazione delle ossa nasali del feto tra la 11° e la 14° settimana di gravidanza. Si è visto infatti che nei feti con sindrome di Down le ossa nasali sono assenti nel 98% dei casi, mentre in un feto sano sono sempre presenti.
L'attendibilità del bi-testo o ultrascreening (misurazione della traslucenza nucale + esame biochimico) è pari all'85-90%. I vantaggi di questo test sono legati alla possibilità di effettuarlo in un'epoca gestazionale precoce con possibilità di un'eventuale successiva diagnosi prenatale con villocentesi o amniocentesi. La negatività dell'esame, pur non escludendo completamente un difetto congenito, lo rende estremamente improbabile.

Potete contattarci per richiedere qualunque informazione al seguente indirizzo di posta elettronica:

scriveteci per avere maggiori informazioni