Blog

L’eiaculazione precoce (o ritardata) e la disfunzione erettile sono problematiche che interessano ogni anno un numero importante di uomini di varie età. Inutile dire che questi sintomi possono creare molti problemi non soltanto in termini di funzionalità ma anche per quanto riguarda l’autostima, l’umore e la capacità di relazione delle persone interessate.

L’origine di queste problematiche può essere di varia natura: ormonale, lassità del pavimento pelvico, chirurgica, ecc., e naturalmente, prima di ogni intervento terapeutico è senz’altro indispensabile rivolgersi ad un medico specialista per avere una diagnosi corretta che ne accerti le cause. Nella maggior parte dei casi, ci troviamo di fronte ad una disfunzione del pavimento pelvico, sulla quale oggi è possibile intervenire con trattamenti non invasivi, capaci di dare risultati e riscontri concreti con un numero limitato di sedute ed un netto miglioramenti dei sintomi in tempi brevi.

 

Per maggiori informazioni chiama il poliambulatorio Physios servizio disturbi del pavimento pelvico al numero 059 672544

 

Il Poliambulatorio Physios cerca un fisioterapista per terapie fisiche manuali strumentali e idrokinesiterapia disponibile tutti i pomeriggi.

Per informazioni aggiuntive e per inviare il curriculum vitae scrivi una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiama il 059 672544.

 

L’osteopatia è un sistema di valutazione e trattamento manuale, che cerca di ridare al paziente movimento, armonia e fisiologia, ricreando le condizioni migliori affinché il corpo ritrovi autonomamente lo stato di salute. 

Un principio importante nella valutazione è l’unità dell’organismo: tutte le parti del nostro corpo (ossa, muscoli, visceri…) sono direttamente o indirettamente collegate tra loro, per continuità anatomica o per relazione neurologica. La nascita dell’Osteopatia L’osteopatia nasce negli Stati Uniti nel 1874 grazie agli studi del medico Dott. Andrew Taylor Still, nel 1917 arriva in Europa ma solo nel 1980 arriva in Italia e ad oggi sono state istituite scuole di Osteopatia in tutto il mondo.


Professione Osteopata
Il trattamento osteopatico si avvale di un sistema di tecniche manuali, che mirano a correggere meccanicamente delle variazioni strutturali o disordini meccanici capaci di provocare delle alterazioni patologiche, proponendosi di giungere alla causa e non all’effetto. Ristabilendo la mobilità della struttura, la funzione potrà riadattarsi ed il corpo potrà allora iniziare il suo percorso di auto guarigione. L'osteopatia è dunque un sistema di diagnosi e trattamento manuale, che può essere applicato alla maggior parte degli stati patologici. In termini generali, l'osteopatia può intervenire su qualsiasi condizione patologica fino a quando sia mantenuta una certa fisiologia (integrità anatomica) e sia quindi possibile ripristinare un buono stato di salute.
Normalmente, l'osteopata viene consultato soprattutto in casi di affezioni muscolo-scheletriche, ma il suo campo di azione è molto più vasto, risultando efficace in:
• Problemi cranici come molti tipi di cefalea, disturbi dell'equilibrio, otiti, rinofaringiti, sinusiti, disordini temporo-mandibolari e malocclusione dentale;
• Problemi circolatori;
• Problemi viscerali;
• Problemi neurologici;
• Problemi pediatrici.

Osteopatia Pediatrica
Da sempre l’osteopatia ha riservato particolare attenzione al trattamento pediatrico. In questo delicato settore è di primaria importanza capire se il parto, seppur naturale, possa aver originato disturbi o disfunzioni nel neonato. 

La seduta osteopatica sul bambino si avvale di tecniche estremamente dolci e precise, al fine di riequilibrare i tessuti alterati, e può trattare svariati disturbi, come ad esempio: otiti muco-sierose, cefalea infantile, coliche intestinali, reflusso gastro-esofageo e dismorfismi (scoliosi, piede torto).

Bisogna tener presente che durante il parto il neonato può esser esposto al rischio di alcuni disturbi somatici in particolari situazioni quali:
• presentazione podalica;
• primo parto;
• travaglio lungo e difficile;
• parto gemellare;
• uso di anestesia epidurale;
• anomalie uterine;
• estrazione con ventosa;
• uso di ossitocina.

Tutte queste situazioni potrebbero alterare la struttura cranica del bambino con effetti manifestabili nel breve e nel lungo termine attraverso:
• rigurgiti,
• difficoltà di suzione,
• otiti ricorrenti,
• fino ad arrivare a problematiche posturali.


Da qui, l’importanza di un primo controllo, anche subito dopo la nascita. Trattandosi di una terapia non violenta, priva di effetti collaterali e per nulla invasiva, viene generalmente ben tollerata dai piccoli pazienti. Inoltre, proprio per questi motivi, può essere praticata anche su bambini molto piccoli per alleviare dolori di vario tipo, compresi i più comuni disturbi dell’età infantile.


Il corpo dei bimbi è costantemente impegnato nel processo di crescita, ha differenti proporzioni anatomiche, fisiologiche, biochimiche per cui l’approccio osteopatico in età pediatrica è completamente diverso dall’adulto e il trattamento osteopatico effettuato è appositamente studiato per loro. L’obiettivo dell’Osteopatia pediatrica, è proprio il mantenimento della salute e la prevenzione dell’insorgere di disordini energetici o di malattie.

 

Per maggiori informazioni contattaci subito al numero 

059 672544

(fonte NineStreet/Wellness, dott. Cesare Spaggiari Poliambulatorio Physios https://bit.ly/2NfuRWV)

Altri articoli...

Il sito www.physios.it utilizza solo cookie tecnici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando sul pulsante "OK", accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'informativa.