Blog

INCONTINENZA URINARIA è una perdita involontaria di urina che può essere causata da vari fattori: danni fisici, malattie croniche, invecchiamento, tumori, infezioni del tratto urinario.

Si tratta di un disturbo più comune nei soggetti di sesso femminile: infatti, la gravidanza e il parto possono indebolire i muscoli e i legamenti del pavimento pelvico.

Anche la menopausa e il calo di estrogeni che ne consegue influisce sul fenomeno, nonostante la terapia estrogenica si sia dimostrata inefficace nella risoluzione del problema.

Anche gli uomini sono soggetti al disturbo, sebbene in una percentuale minore. Le principali cause del problema nei soggetti di sesso maschile includono l’iperplasia prostatica benigna (cioè l’ingrossamento della prostata), il tumore alla prostata e i trattamenti di radioterapia.

Ci sono anche casi in cui l’incontinenza urinaria è temporanea e dettata principalmente dallo stile di vita: ad esempio, bere molto alcool, bevande contenenti caffeina e in generale liquidi in quantità eccessive può causare una perdita del controllo della vescica. Anche alcuni farmaci possono influire in modo temporaneo, tipo le benzodiazepine, i diuretici, gli antidepressivi e i lassativi.

Nella maggior parte dei casi ci troviamo comunque di fronte ad un problema su cui è possibile intervenire con trattamenti non invasivi, capaci di dare risultati e riscontri concreti con un numero limitato di sedute ed un netto miglioramenti dei sintomi in tempi brevi.

 

 

Per maggiori informazioni chiama il poliambulatorio Physios al numero 059 672544

 

L’eiaculazione precoce (o ritardata) e la disfunzione erettile sono problematiche che interessano ogni anno un numero importante di uomini di varie età. Inutile dire che questi sintomi possono creare molti problemi non soltanto in termini di funzionalità ma anche per quanto riguarda l’autostima, l’umore e la capacità di relazione delle persone interessate.

L’origine di queste problematiche può essere di varia natura: ormonale, lassità del pavimento pelvico, chirurgica, ecc., e naturalmente, prima di ogni intervento terapeutico è senz’altro indispensabile rivolgersi ad un medico specialista per avere una diagnosi corretta che ne accerti le cause. Nella maggior parte dei casi, ci troviamo di fronte ad una disfunzione del pavimento pelvico, sulla quale oggi è possibile intervenire con trattamenti non invasivi, capaci di dare risultati e riscontri concreti con un numero limitato di sedute ed un netto miglioramenti dei sintomi in tempi brevi.

 

Per maggiori informazioni chiama il poliambulatorio Physios servizio disturbi del pavimento pelvico al numero 059 672544

 

Il Poliambulatorio Physios cerca un fisioterapista per terapie fisiche manuali strumentali e idrokinesiterapia disponibile tutti i pomeriggi.

Per informazioni aggiuntive e per inviare il curriculum vitae scrivi una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiama il 059 672544.

 

Altri articoli...

Il sito www.physios.it utilizza solo cookie tecnici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando sul pulsante "OK", accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'informativa.