Blog

Per osteoporosi si intende la perdita di massa ossea dello scheletro causata da fattori metabolici e nutrizionali.

L'osteoporosi in italia si stima colpisca, secondo i dati più recenti il 23% delle donne sopra i 50 anni ed il 14% degli uomini sopra i 60 anni...si tratta quindi di una patologia molto diffusa che colpisce milioni di persone.

Esistono principalmente 2 tipi di osteoporosi:

  • primaria: le più comuni sono l'oteoporosi post-menopausale (che colpisce le donne dopo la menopausa) e l'osteoporsi senile (che colpisce donne e uomini di età avanzata) 
  • secondaria: quella che deriva da patologie organiche di varia natura

Come si manifesta la patologia?

Essa rimane per molto tempo asintomatica fino a quando la patologia rende l'osso talmente fragile da provocare fratture solitamente in punti particolarmente deboli come il collo del femore e le vertebre della zona dorso-lombare.
Per questo, è necessaria una diagnosi precoce con la Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC), esame che appunto è in grado di misurare la densità dell'osso e quindi di rilevare l'esistenza della patologia e la sua gravità.
Tutte le MOC danno come parametro il T score che misura il grado di densità dell'osso.
Alcune MOC di ultima generazione come la Hologic® Discovery™ QDR, presso il nostro poliambulatorio, definiscono altri parametri importanti per la diagnosi e la cura:

  • il TBS ovvero la densità ossea della parte più interna dell'osso (il t score misura solo la densità ossea della parte esterna dell'osso).
  • l'HLA ovvero la capacità di resistere agli stress del collo del femore e quindi di definire con maggior precisione il rischio di frattura.
  • La percentuale di massa grassa e massa magra, per calcolare la massa muscolare e identificare i casi di carenza, sarcopenia, e calcolare il tessuto adiposo viscerale presente nell'addome correlato con alcune patologie come il diabete, ipertensione, infarto e ictus cerebale (sindrome metabolica).

La MOC diventa quindi non solo una macchina capace di misurare la salute dell'osso ma anche di dare informazioni importanti sullo stato di salute generale del paziente.

Come si cura l'osteoporosi?

L'osteoporosi si cura aumentando la massa ossea e riducendo il rischio di cadute...questo si può ottenere attraverso una adeguata terapia farmacologica e un programma di esercizi terapeutici adeguato.
In questo articolo non parleremo della terapia farmacologica che è competenza medica ma della terapia con esercizi che è competenza esclusiva del fisioterapista.


Un programma di esercizi efficace per l'osteoporosi deve infatti comprendere:

ESERCIZI IN CARICO: esercizi in cui l'osso viene caricato progressivamente compatibilmente con l'età il grado di osteoporosi e la forma fisica del paziente... le ossa infatti necessitano della forza di gravità e del carico per essere stimolate a rinforzarsi...pensate agli astronauti che passando anche solo alcune settimane nello spazio in assenza di gravità vanno incontro ad osteoporosi.

ESERCIZI PROPRIOCETTIVI E DI EQUILIBRIO: questi esercizi sono molto importanti per migliorare l'equilibrio nel cammino e nelle attività quotidiane e ridurre quindi il rischio di cadute.

E' importante capire che l'esercizio mirato contro l'osteoporosi ha la stessa importanza della terapia con farmaci e senza di esso non si possono ottenere risultati soddisfacenti!

Se avete avuto una diagnosi di osteoporosi e una terapia farmacolgica da seguire, fissate un appuntamento per una valutazione con un nostro fisioterapista per impostare un programma di esercizi personalizzato.

 

Il sito www.physios.it utilizza solo cookie tecnici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando sul pulsante "OK", accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'informativa.